Cari UOMINI, dove siete finiti…?

 Cari uomini dove siete finiti?

Dove sono gli uomini di un tempo, gli uomini come mio padre e mio nonno. Oh cara mascolinità ti sei estinta? È inutile continuare a ripeterci che pretendiamo troppo, che siamo così tanto esigenti da dovere essere destinate a rimanere sole. Ma chi l’ha deciso? Perchè mai dovremmo adattarci alle mode del momento? No, non voglio accontentarmi degli uomini di oggi, sembrano usciti tutti dalla stessa fabbrica. Basta camminare per le strade:  8 uomini su 10 sono più curati e depilati di noi donne e hanno un  look assurdo.

Ma dove sono finiti gli uomini  dalle grandi spalle in giacca e cravatta? Ai tempi di mio padre anche il  più povero era ben vestito ed educato. Al cospetto di una donna il rispetto era al primo posto: uomini che ti cedevano il passo, ti aprivano la portiera della macchina, ti guardavano come se fossi la gemma più rara e preziosa che avessero mai visto. Avrebbero aspettato mesi pur di incrociare di nuovo il tuo sguardo e nell’attesa non ti avrebbero tradito per nulla al mondo, avrebbero cercato i tuoi occhi ovunque.  Amare una sola donna era segno di rispetto e nobiltà d’animo. Oh miei cari antenati, illuminatemi un pò, cos’è succeso? Rimarrete solo un ricordo?

Gli uomini d’oggi si preoccupano troppo di difendere la propria libertà, di non venire soffocati da storie troppo serie, di non perdere la partita di calcio o l’uscita con gli amici. Un volta la realizzazione  di un uomo si esprimeva nell’avere  una bella famiglia, una donna che ti amava e dei figli pronti ad accoglierti al ritorno dal lavoro. Non si lavorava per sè, ma per la famiglia. Il primo posto nella vita era riservato agli affetti e non all’accumulare denaro o beni, quelli, mie care, non si portano nell’aldilà. Nessuno dovrebbe scendere a tali compromessi, nessuno dovrebbe accontentarsi di “ometti” ma desiderare e trovare “uomini” con la U maiuscola. Un uomo che non abbia timore di dimostrarsi innamorato di una unica donna, che abbia a cuore il suo benessere, che provveda alla famiglia. Un uomo che sappia di buono, di pulito e di onesto. Un uomo con le mani sporche di terra, che curi il proprio aspetto per la sua donna e che non passi ore ed ore allo specchio o in centri estetici per se stesso  o per paura di invecchiare e non esser più sulla piazza.

Cercate un uomo affascinante e ben educato, con sani principi. Cercatelo nei posti più semplici, al supermercato , in posta, in banca, o al parco. Un uomo distinto non lo troverete di certo in discoteca a perder tempo o alle slot machine. Non svendetevi. Cercate l’eccellenza dei valori.

-Elena Tucci

Related posts:

Pubblica un commento