Come Rovinare Ogni Relazione. Stai Facendo Questo Errore?

iiii

iiiiLitigate, silenzi, parole non dette o parole urlate.

Crisi di coppia, amicizie finite, rapporti di lavoro problematici.

Sentirsi incompresi, fingere di essere felici, accontentare fino a esaurire ogni energia, non riuscire ad esprimere il proprio affetto per orgoglio.

Dire sempre di si per paura di perdere quella persona.
Dire sempre di no per paura di essere ferito e di rimanere scottato.

Ti suona familiare?
Le relazioni con le persone che amiamo sono tra le cose più importanti nella vita di ognuno di noi, sia che si tratti di relazioni di coppia, d’amore, d’amicizia, rapporti di lavoro, persone con cui condividiamo una passione, il tempo libero o semplicemente una chiacchierata di fronte al primo caffè del giorno.

Ma c’è una cosa comune ad ogni relazione che hai e avrai nella vita.

La base di ogni tuo legame, ciò che più di ogni altra cosa influenza la solidità e l’appagamento delle tue relazioni.

Quella che potrebbe rovinare o far fiorire ogni tuo singolo rapporto.

La relazione che hai con te stesso.

Allo stesso modo in cui una casa può essere distrutta se edificata su un terreno instabile, i rapporti che costruirai nella vita saranno fragili e precari se il tuo suolo sarà pieno di buche e crepe.

Le buche spesso corrispondono a insicurezze, limiti auto-imposti, pensieri negativi che ti portano a una visione distorta di te stesso.

Quando invece ti muovi lungo la vita con un solido senso di chi sei e la capacità di esprimerlo tutto ciò che costruirai giorno dopo giorno sarà stabile, rifletterà la tua vera essenza e ti permetterà di non crollare di fronte agli imprevisti del cammino.

Sí, ci saranno imprevisti lungo il cammino, ci saranno migliaia di cose che non andranno come ti aspetti.

Quando siamo internamente insicuri automaticamente cerchiamo di controllare ogni cosa, persona, situazione che abbiamo intorno.

E quasi sempre falliamo.

Perchè?

Compreresti mai una casa costruita su un terreno instabile, con materiale fragile nella sola speranza di poter controllare i terremoti e gli acquazzoni?

Appunto. Non puoi controllare gli eventi esterni.

Ma c’è un altro modo : entra dentro te stesso e cerca la tua forza, scopri la tua unicità e avrai trovato le tue solide fondamenta.

Come? Comincia a conoscere il tuo vero te stesso.

Questo va bene oltre il tuo nome, cognome, il tuo lavoro e le tue preferenze per il tempo libero, significa capire qual’è la tua vera essenza.

Ecco 3 cose che devi smettere di fare per essere completamente te stesso e gettare le fondamenta per costruire relazioni profonde e pienamente appaganti.

1) Smetti di Mentire a Te Stesso

Pensa per un momento a come ti sentiresti se comprassi una casa che su carta è stata costruita secondo certi criteri, con specifici materiali e misure per poi scoprire che in realtà non è affatto così?

Ingannato? Deluso?

La relazione che hai con te stesso è fondamentale che sia basata sull’onestà.

Non serve vivere la vita di qualcun altro fingendo di essere chi non sei.

Ti può sembrare che gli altri ti apprezzino per questo, ma sei davvero disposto a cedere la tua vita in cambio di un falso apprezzamento?

Potresti pensare che se ti mostrassi per chi sei davvero gli altri non lo accetterebbero.
È vero, può darsi che non tutti lo accettino, ma le persone che ti amano davvero lo faranno, ti saranno vicine, e il vostro rapporto diventerà più forte che mai.

Abbi il coraggio di guardarti e di vederti per chi sei ed esprimilo a chi ti circonda, sarà il più grande regalo che puoi fare a te stesso e a chi hai accanto.

Nota Bene : Non lasciare che gli altri ti definiscano e ti dicano chi sei e cosa sai o non sai fare, questo è un compito che tocca solo a te.

2) Smetti di ascoltare passivamente la tua mente

“Non sono molto intelligente” “Nelle relazioni sono un disastro” “ Non sono abbastanza attraente”. E chi più ne ha, più ne metta.

Nota quante volte durante la giornata usi le parole “non sono-non riesco-non posso” o altre affermazioni negative verso te stesso. Contale e rimarrai impressionato.

Queste credenze e pensieri negativi sono i limiti e i blocchi con cui tendiamo ad identificarci. Provengono dal nostro passato, dall’educazione ricevuta, dalla società e da qualche brutta esperienza.

Ma non sono vere.

Questi pensieri non ti definiscono minimamente.

La prossima volta che ti trovi a ripetere a te stesso, come un mantra, una di queste frasi, non accettarla come un dato di fatto, domanda alla tua mente “Perchè dici questo?”

La tua mente non é abituata mettere in discussione queste credenze. Rimarrà spiazzata per un attimo poi sceglierà una delle due opzioni:

.Rimanere in silenzio perché effettivamente non lo sa e ripete quel pensiero solo per abitudine ( e quindi puoi chiederle gentilmente di lasciare andare quel pensiero privo di fondamenta e sostituirlo con uno potenziante)


.
Oppure, più probabilmente ti racconterà qualche storia ed errore del passato per confermare il pensiero limitante.

Ed è a questo punto che puoi cambiare la visione che hai di te stesso. Come?

Guarda bene quel pensiero : la storia che ti ha raccontato appartiene passato e oltretutto riguarda una situazione specifica della tua vita.

Quindi il pensiero giusto non è “ Non sono sono bravo abbastanza” ma ad esempio “ In quel specifico momento della mia vita, in quella situazione, non sono riuscito a fare quella determinata cosa”

Rileggi la differenza tra i due pensieri.

Cambia tutto, vero?!

Fai questo esercizio mentale ogni volta che noti che il tuo dialogo interno diventa negativo e noterai dei cambiamenti immediati sul tuo umore, sulle tue azioni e sul modo in cui ti relazioni a te stesso e agli altri.

Quando ti senti di padroneggiare il meccanismo puoi passare al livello avanzato 😉

Oltre a chiedere alla tua mente il “perché” e scoprire che non ha niente a che fare con il presente ma tutto con il passato, domandale “ cosa posso fare per diventare più…/ imparare a…/ gestire meglio il…/ acquisire l’abilità di…? “

Questo metterà in moto un meccanismo automatico che ti porterà da una visione negativa di te stesso e della vita verso una visione sempre più ottimista e ricca di risorse oltre che a un forte senso di padronanza di te stesso e di efficacia in ogni area.

Nota bene : All’interno di ogni errore che hai fatto e che farai c’è il desiderio di fare meglio la prossima volta. Non permettere che il guscio dell’errore ti fermi, vai oltre e permetti alla migliore versione di te stesso di risplendere.

3) Smetti ti avere paura della luce e sorridi a te stesso

Sicuramente questa splendida poesia di Marianne Williamson, citata da Nelson Mandela, durante il suo discorso di investitura a presidente nel 1994, racchiude meravigliosamente questo concetto.

( ti consiglio vivamente di stamparla e attaccarla allo specchio del bagno, credimi fa miracoli 😉

La nostra paura più profonda

La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati.

La nostra paura più profonda, è di essere potenti oltre ogni limite.

E’ la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più.

Ci domandiamo: “Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso?”

In realtà chi sei tu per non esserlo?

Il nostro giocare in piccolo, non serve al mondo.

Non c’è nulla di illuminato nello sminuire se stessi cosicchè gli altri si sentano sicuri intorno a noi.

Siamo tutti nati per risplendere, come fanno i bambini.

Siamo nati per rendere manifesto ciò che è dentro di noi.

Non solo in alcuni di noi. In ognuno di noi.

E’ come se dentro di noi ci fosse un grande diamante con mille facce: alcune sembrano risplendere più di altre e ogni persona possiede, nel suo petto, un fulgido diamante con mille facce luminose.

Il diamante è perfetto, senza la minima incrinatura.

La sola differenza tra gli uomini è il numero di facce che la nostra anima ha reso brillanti e luminose.

Ogni diamante è diverso e ognuno è perfetto.

E quando permettiamo alla nostra luce di risplendere, inconsapevolmente,

diamo agli altri la possibilità di fare lo stesso.

Leggila, rileggila e rileggila ancora. E sorridi a te stesso.

Trova il tuo diamante e lascia che ogni faccia risplenda.
Scopri chi sei e non dimenticarlo mai.

Non sei niente di meno che meraviglioso.

Trova la tua fonte interna di amore e abbracciala .
Ti permetterà di rimanere solido durante le avversità e di fluire con il mare tra le onde dei cambiamenti.

Guardati negli occhi e sorriditi di nuovo.

Lascia che la tua luce si espanda a illuminare la tua vita e ogni relazione che hai, cominciando da quella hai con te stesso.

Condividi con noi, nei commenti qui sotto, la fonte della tua luce, ispira e lasciati ispirare dal tuo vero te stesso <3

Related posts:

Pubblica un commento