Ecco Perché Quest’hotel Di 10 Mila Stanze Non Ha Mai Avuto Un Ospite Per Oltre 70 Anni

44

L’isola tedesca di Rügen, nel Mar Baltico, ospita una delle più grandi strutture turistiche che la Storia ricordi. Affacciato sulla costa si trova un gigantesco hotel che comprende     10 mila stanze… peccato che mai nessun cliente abbia mai messo piede al suo interno!1

Un hotel dalle dimensioni così colossali (pensate che copre una distanza di ben 3 miglia) e mai nessun ospite? Qual è il mistero che aleggia intorno a questa struttura costruita ormai più di 70 anni fa? Ecco svelato l’arcano…

 2

Ecco come appare l’hotel dall’alto, un immenso beach-resort chiamato Prora che e si affaccia sul mare, pronta ad ospitare turisti da ogni dove…3

… e invece neanche un singolo ospite ha finora potuto godere dei servigi dell’hotel.

4

Perché? Perché la struttura è stata costruita dai nazisti tra il 1936 e il 1939, sotto ordini di Hitler come strumento di propaganda nazista.5

Visto che nello stesso periodo Hitler stava anche preparandosi per la guerra, la costruzione dell’edificio non venne mai portata a termine.

Durante i primi anni di costruzione la maggior parte delle compagnie di costruzione del Reich erano impegnate nel progetto.

6

Lavorarono alla struttura quasi 9000 operai, tutti impiegati poi nella fabbricazione di armi per la II Guerra Mondiale.8

Il progetto prevedeva un teatro e un cinema, che rimasero vuoti, mentre piscine ed una sala dedicata a Festival non si materializzarono mai.9

Durante i bombardamenti degli Alleati molte persone da Amburgo trovarono rifugio proprio nell’hotel.10

Dopo la fine della guerra Prora venne usata come avamposto militare per l’esercito della Germania dell’Est.11

Ma dalla riunificazione della Germania nel 1990 gli edifici sono rimasti vuoti.11

Oggigiorno la struttura rimane pressoché deserta, fatta eccezione per un piccolo museo e una discoteca.10496_7

E dopo anni di dibattiti Prora verrà tramutata in un moderno resort, con 4 dei 5 blocchi che la compongono venduti ad investitori privati.  fonte BBC

Related posts:

Pubblica un commento