Getta del sale dentro lo scarico del lavandino: Quando saprai il motivo inizierai a farlo anche tu…

 Il lavandino otturato può diventare un incubo. La cucina si blocca, l’idraulico non si trova oppure si fa attendere troppo, la casa va in tilt. Non scoraggiatevi: e non pensate che sia impossibile risolvere il problema in pochi minuti, in modo semplice, senza costi e con un prodotto naturale, magari il bicarbonato.

In commercio trovate numerosi prodotti chimici stura-lavandini che promettono risultati incredibili in pochi minuti. Tuttavia, ogni cosa ha un prezzo e la chimica, talvolta, lo ha anche molto alto. Questo prodotti, infatti, non solo sono altamente inquinanti ma, se non adoperati in maniera corretta, possono rivelarsi addirittura pericolosi e nocivi per la salute.

Pertanto, prima di acquistare questi prodotti ecco un detersivo fai da te per sturare i lavandini otturati, semplice, efficace e innocuo per la salute in quanto del tutto naturale.

 

OCCORRENTE

  • 150 gr di sale fino
  • 150 gr di bicarbonato di sodio
  • Acqua bollente

PROCEDIMENTO

  • Unite insieme in un vecchio contenitore i 150 grammi di sale e di bicarbonato di sodio.
  • Mescolate in modo da far amalgamare bene i due elementi e poi versate il tutto all’interno dello scarico otturato.
  • Non vi resta che attivare il composto: per farlo vi basterà versare nello scarico del lavandino un litro e mezzo di acqua bollente.
  • Per mantenere lo scarico sempre pulito, ripetete l’operazione almeno una volta al mese.

Esistono poi anche altri metodi naturali per sturare il lavandino. Ad esempio, potete ricorrere a una bibita gassata: le più comuni in commercio risolveranno il vostro problema in pochi minuti. In alternativa, c’è sempre il classico stura lavandini. Fate pressione con questo strumento all’imbocco del lavandino e versate a poco a poco dell’acqua bollente per smuovere l’ingorgo. Se avete ancora difficoltà, aiutatevi anche con un bastoncino, meglio se di metallo, come un ferro da maglia o del filo di ferro.(fonte)

Related posts:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *