Ha guardato impotente il lupo avvicinarsi al suo cane – e poi è successo l’inimmaginabile.

Nel 2003, il fotografo Nick Jans di Juneau (Alaska, Stati Uniti), specializzato in paesaggi naturali, stava facendo una passeggiata con il suo labrador quando, in prossimità di un lago ghiacciato, è accaduto qualcosa che ha fermato il suo cuore per un secondo: un enorme lupo nero era proprio di fronte a lui, e lo fissava. Nick aveva già fotografato degli animali selvatici, da una distanza di sicurezza – ma la sua preoccupazione in quel momento era per il suo cane, e per la possibilità che il lupo potesse attaccarlo.1

Nick ha avuto ancora più paura quando il suo cane con un guizzo è andato proprio di fronte alla bestia selvatica… Con enorme sorpresa dell’uomo, i due hanno cominciato a giocare! Nick ha avuto modo di fare una bellissima foto, catturando questa scena incredibile. Dopo poco, il lupo è scappato tra gli alberi della foresta, ma non è andato via. Ha continuato a giocare col labrador a nascondino. Lo spettacolo che Nick aveva di fronte agli occhi era davvero speciale. Il predatore non aveva nessun atteggiamento aggressivo o preoccupante per cane e padrone. Sembrava che fosse uscito allo scoperto solo per dire “ciao”.2
Nick ha trascorso molto del suo tempo libero documentando il comportamento del lupo solitario, e le sue incursioni in territorio “umano”.3
Ha deciso di chiamare il maestoso mammifero “Romeo”. Gli altri abitanti della zona erano scettici e avevano paura che il lupo potesse un giorno attaccare un bambino o un animale domestico. Man mano che le persone e i loro animali incontravano Romeo, però, la loro opinione su di lui cambiava, rendendosi conto della sua natura pacifica. Romeo era un animale estremamente sociale, e amava molto la compagnia.4
Gli abitanti di Juneau hanno cominciato ad abituarsi agli incontri col lupo, andandolo a visitare nella sua zona preferita, il Mendenhall Glacier Park. Molti di loro hanno portato con sé il proprio cane, e lasciato che facesse amicizia con Romeo. Il quale ha accettato di buon grado tutti questi incontri, senza mostrare alcuna aggressività, al contrario deliziandosi nel gioco con i suoi nuovi amici.5
Il lupo ha addirittura cominciato ad abituarsi ad alcuni giochi, da fare con padroni e cani, come ad esempio riportare un bastone lanciato a distanza.6

Per sei anni, il lupo ha avuto contatti continui con gli abitanti di Juneau e con i loro amici a quattro zampe. Quando si è spento, in vecchiaia, la città ha dedicato all’animale una targa commemorativa.
7Nessuno scorderà mai questo bellissimo, intelligente e gentile lupo, apparso dal nulla, che ha portato una boccata di dolcezza e allegria in questa città. fonte Qui

Related posts:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *