Perché ho deciso di svegliarmi ogni mattina alle 5:30. Ecco com’è cambiata la mia vita.

Da qualche mese, ho preso una decisione che non avrei mai pensato di contemplare prima. Una decisione che avrà dei sicuri effetti sulle mie giornate, per i prossimi mesi.

Ho deciso di svegliarmi tutti i giorni alle 5:30!ff

Perché?

La domanda è legittima (e ammetto che, certe mattine, anche io me lo chiedo).
Vi è mai capitato di svegliarvi e avere l’impressione di essere totalmente fuori strada? Aprite gli occhi e vi si stampa, in pieno volto, una sorta di “schiaffo” mentale: pensate subito a tutto quello che dovete fare durante il giorno, alla varie scadenze, a tutti gli obblighi da rispettare.

Il risultato? Vi svegliate ogni mattina con la voglia di restare sotto le coperte.

Non so voi, ma io mi sono chiesta: voglio davvero iniziare in questo modo ogni giornata, per il resto della mia vita? No, grazie.

Poi, ho scoperto “The miracle morning” di Hal Elrod ed ho letto della routine mattutina che molti imprenditori di successo seguono ogni giorno. Se decine di migliaia di “adepti” di Miracle Morning e personaggi come Richard Branson (fondatore e AD della Virgin) Tim Cook (AD di Apple), Howard Schulz (di Starbucks) e Jack Dorsey (Fondatore e AD di Twitter e Square) hanno preso questa decisione, forse c’è davvero qualcosa da sapere, non credete?

Il punto non è svegliarsi alle 5:30 per il piacere di essere già in piedi prima che sorga il sole (adoro il mio letto, come chiunque altro). Ma è un buon modo per dedicarsi ad attività che hanno, notoriamente, un impatto positivo sul nostro stato d’animo, sulla nostra produttività e (inoltre) anche sul nostro “livello di felicità”.
Se vi alletta la prospettiva di iniziare ogni nuovo giorno pieni di entusiasmo e con l’intenzione di sfruttare il tempo al massimo, ecco la routine che ho adottato, in gran parte ispirata alle proposte di Hal Elrod, nel suo “The Miracle Morning“.
(Nota importante: non c’è alcun bisogno di svegliarsi, per forza, alle 5:30 in punto. Basta essere in piedi prima del solito orario, per avere il tempo di svolgere tutte le attività)

1. Non pensare a nulla e… concentrarsi.
10 minuti

concentrarsi

Attenzione, qui si parla di meditazione. Le prove scientifiche dei benefici di questa pratica sono sempre più numerose.
Non si deve per forza restare seduti a gambe incrociate, per un’ora. Cinque minuti di meditazione, praticati regolarmente, vi permetteranno di godere già degli effetti positivi di questa attività.
Ho provato due app (in inglese) che possono guidarvi all’inizio:

1. Headspace (user experience incredibile!)
2. Calm (quella che uso ora)

Nel suo “The Miracle Morning“, Hal Elrod suggerisce una tecnica semplice:

1. Sedersi in un luogo confortevole, mantenere la schiena dritta.
2. Chiudere gli occhi o guardare un punto fisso davanti a voi.
3. Concentrarsi sulla respirazione: ispirare di pancia, espirare dal petto.
4. Godersi la calma del momento, provare a restare concentrati sulla respirazione, senza pensare ad altro
5. Se vi rendere conto che la vostra mente ritorna ai soliti pensieri, niente paura. Restate tranquilli e ricominciate a concentrarvi sulla respirazione.

Benefici:

Ci si sente meno stressati e si ottiene una maggiore tranquillità mentale. Con un po’ di pratica, ci si sentirà davvero “altrove” dopo aver riaperto di nuovo gli occhi.

2. Scrivere.
10 minuti

Dedicare del tempo alla scrittura, anche solo per pochi minuti, può aiutarvi molto. Vi consente di fare il punto sullo “stato delle cose” e sintonizzarvi su ciò che conta.
Ad esempio, potete:

1. Scrivere 3 cose per cui siete grati: la vostra famiglia, una buona notizia, un’esperienza positiva, un obiettivo raggiunto…
2. Annotare i vostri pensieri del momento.
3. Ricapitolare i compiti che volete portare a termine nell’arco della giornata.
4. Appuntarvi una citazione che vi motiva e che volete tenere a mente.
5. Conservare il ricordo di qualcosa che avete imparato o realizzato.

All’inizio, scrivevo su un taccuino, tipo Moleskine, completamente bianco. Più avanti, ho ulizzato un apposito diario (non come quelli che avevo a 14 anni, con i cuoricini sopra). Oggi, sto cercando di creare il mio diario personalizzato, con una sua struttura e delle domande predefinite alle quali rispondere ogni giorno.

Benefici:

Vi sentirete più sereni e concentrati. Farete un elenco dei vostri progressi e delle cose positive della vostra esistenza.

3. Promemoria degli obiettivi.
10 minuti.

promemoria

Ci sono molti modi per farlo. Potete sceglierne uno solo oppure adottarne tre, come preferite.

1. Affermazioni. Sono delle frasi da ripetere a voi stessi, che descrivono la persona che vi piacerebbe diventare.
2. Visualizzazione: Quando visualizzate, dovete immaginarvi mentre siete intenti a realizzare i vostri desideri oppure mentre trascorrete una bella giornata… bisogna pensare e immaginare, al tempo stesso, le sensazioni che potreste provare.
La mia espressione la prima volta che ho sentito parlare di affermazioni e visualizzazione.
(All’inizio, ho avuto qualche difficoltà. Quando si comincia, si ha un po’ l’impressione di essere nel bel mezzo di una di quelle conferenze americane, dove il presentatore non fa che ripetere quanto ognuno dei presenti sia favoloso e in che modo può cambiare il mondo…. Poi ci si abitua, gradualmente).
3. Richiamo degli obiettivi. È il momento di tirare fuori il vostro programma settimanale, di cui abbiamo parlato l’ultima volta. Potete anche concedervi un momento per appuntare i vostri obiettivi e ricordarvi perché desiderate raggiungerli. Per esempio: “Trascorrere una giornata fantastica con la mia famiglia, perché è la mia priorità numero 1”.

È la mia carica di motivazione quotidiana. Mi aiuta a ricordarmi delle cose che voglio fare, dei motivi che mi spingono a farle e di come intendo metterle in pratica.dd

4. Muovere le chiappe!
0 minuti oppure un’ora e mezza.

muoversi

C’è un motivo per cui le persone di successo praticano sport, regolarmente. Hanno capito che c’è bisogno di essere al top della forma per raggiungere i loro obiettivi e vivere le giornate a pieno ritmo.
Non stupisce affatto, quindi, il fatto che Tim Cook vada in palestra tutte le mattine alle 5, o che Jack Dorsey inizi le sue giornate con una corsa di 10 chilometri.
Se volete dedicarvi all’esercizio fisico anche senza disporre di una particolare attrezzatura, senza iscrizioni in palestra e senza impegno, è possibile:

1. Andare a correre, anche solo per dieci o quindici minuti, almeno per iniziare.
2. Seguire uno dei famosi programmi di allenamento in 7 minuti (questo qui, ad esempio:

L’ideale sarebbe fare un po’ di movimento tutte le mattine. Io preferisco alternare. Ogni due mattine vado in palestra per un’ora e mezza. Il giorno seguente, non faccio alcun tipo di sport. Alla fine dei conti, preferirei di gran lunga fare solo 10 minuti di yoga, ogni mattina.

Benefici:

Praticare sport la mattina, anche solo per 10 minuti, vi aiuta a risvegliarvi completamente, scaricare lo stress, fare il pieno di energie. E, ovviamente, serve anche a restare in buona salute. Interessante, no?

5. Leggere.
20 minuti

leggere

Avete a disposizione una fonte di sapere illimitata: i libri. Qualsiasi obiettivo abbiate, che sia correre una maratona, diventare ricchi, fare il giro del mondo… ci sono libri sull’argomento che possono esservi di grande aiuto.

Leggere per 20 minuti (o anche solo 10)

al mattino, significa assorbire delle conoscenze che potrete mettere in pratica fin da subito per raggiungere i vostri obiettivi.
Io faccio sempre dei riassunti dei libri che mi sono stati più utili. Potete scaricarli qui.
Qualche esempio dei libri che mi sono serviti di più:

1. “Quattro ore alla settimana” di Tim Ferriss (per dare una spinta alla vostra produttività).
2. “Come farsi degli amici”, di Dale Carnegie (senza dubbio il miglior libro in circolazione sulla comunicazione interpersonale e l’intelligenza emotiva)
3. “100 euro bastano per reinventare la tua vita, fare ciò che ti piace e crearti un nuovo futuro”, di Chris Guillebeau (come vivere della propria passione, con un piccolo investimento)
4. “L’arte di puntare all’essenziale”, di Leo Babauta (imparare a fare di meno, per ottenere di più).

Benefici:

Perché non approfittare dell’esperienza di quanti hanno raggiunto questi obiettivi prima di voi? Ne guadagnerete in termini di tempo. Vi sentirete più ricchi come persone. Potreste ritrovarvi ad aiutare gli altri, condividendo quanto avete imparato.

Bilancio personale.

Ho adottato questi rituali ormai da qualche mese. Ecco alcuni benefici:

1. Non ho mai letto così tanto e imparato così tanto (leggo anche al di fuori della routine mattutina).
2. Sono (finalmente) riuscita nell’intento di praticare sport regolarmente (sembra quasi un miracolo).
3. So dove voglio andare e perché (anche se il “come” è, talvolta, soggetto a variazioni)

(Mentre scrivo queste righe sono le 6:10 del mattino. Ho appena finito il mio “rituale” e ho iniziato a lavorare sul mio compito principale della giornata: finire quest’articolo).

Non mi resta altro da fare che incoraggiarvi. Concedetevi il lusso di inziare le vostre giornate prendendovi cura di voi e facendo il pieno di motivazione, determinati a tirare fuori il meglio da ogni minuto.
Ecco la vostra “to-do” list:

1. Per i più “tosti”. Domattina, puntate la sveglia un’ora prima del solito orario e dedicate 10 minuti ad ognuna di queste attività.
2. Per chi preferisce andarci piano. Scegliete 2 o 3 attività che vi sembrano positive e mettetele in pratica per un po’ di tempo, domattina e per i giorni a seguire.

Sì dice che per far stabilizzare una nuova abitudine nella propria vita sia necessario superare la “soglia dei 21 giorni: 21 giorni da dedicare alla pratica di questa “futura abitudine”quotidiana. Se volete prendere questa direzione, sapete cosa fare 🙂
Grazie per aver letto questo articolo.

Related posts:

Pubblica un commento