Prendetevi cura di voi stessi per prendervi cura degli altri

aa

Non è semplice prendersi cura di un’altra persona. Prendersi cura di qualcuno non è un compito facile e necessita tempo, dedizione, sforzo e responsabilità. Quando il benessere di qualcuno dipende da voi, l’energia investita e il tempo dedicato possono sfinire. 

Molto spesso, e senza rendersene conto, chi si prende cura di un’altra persona lascia da parte la sua vita e la sua salute per dedicarsi totalmente a questo nuovo compito. Quando ci si prende cura di qualcuno, spesso ci si dimentica della cosa più importante: prendersi cura di se stessi.

Chi dedica parte del suo tempo alla cura degli altri, dovrebbe contare su un appoggio adeguato e prendersi cura della sua salute. Dedicare del tempo a se stessi è fondamentale.  

Accettare l’inevitabile

Così come una persona non diventa indipendente dal giorno alla notte, non diventa nemmeno “custode” da un giorno all’altro. Quando un familiare comincia ad avere dei problemi, esiste un processo di adattamento tramite il quale la persona che se ne prenderà cura in futuro si adatta al suo nuovo ruolo.    

Questi di solito vive diverse fasi di adattamento a questa nuova situazione. Durante la prima tappa, la persona in questione non accetta che un suo familiare abbia bisogno di aiuto per le attività quotidiane. Arriva un momento, però, in cui le difficoltà sono tanto evidenti da non poter continuare a negare la realtà.

Una volta che la persona avrà accettato che un suo caro ha bisogno di assistenza, inizierà a cercare informazioni: da che malattia è affetto, cosa comporta, che cure necessita, etc. Di solito durante questa fase si provano sentimenti difficili da sopportare, come tristezza, senso di colpa, ira o frustrazione.

 

Poco a poco si assumono nuove responsabilità e si inizia ad organizzare il tempo e le risorse in base alla persona che necessita le cure. Chi si prende cura di un proprio caro comincia ad adattarsi, chi più chi meno, a questa nuova fase di vita.   

Adattarsi al cambiamento

Quando qualcuno si prende cura di un proprio caro, vede cambiare la propria vita. La nuova situazione può comportare cambiamenti familiari, lavorativi, nelle relazioni personali e anche di salute fisica e mentale.

È probabile che ci si senta in colpa e che si provi un’immensa sensazione di solitudine. Spesso ci si allontana dagli altri, cosa che accentua i sentimenti negativi.

Non tutti i cambiamenti sono negativi. Nonostante si tratti di un’esperienza difficile, lottare per qualcuno può farvi scoprire aspetti di voi o dell’altro che non conoscevate e che vi faranno crescere a livello personale.

Quando lo sfinimento consuma

Prendendosi cura di un’altra persona, si finisce per trascurarsi e di conseguenza compaiono i primi sintomi che indicano che qualcosa sta andando male. È importante prestare attenzione ai segnali d’allarme per poter porre rimedio alla situazione. 

Alcuni dei sintomi che indicano che siete arrivati al limite sono i seguenti:

  • Sensazione di sonno o stanchezza continua:
  • Sentirsi soli ed abbandonati;
  • Assunzione eccessiva di medicinali;
  • Cambiamenti di umore frequenti e maggiore irritabilità;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Problemi al lavoro.

 

Per prendersi cura di qualcuno, bisogna prima prendersi cura di se stessi

È fondamentale prendersi cura di se stessi se si vuole assistere al meglio un’altra persona. Queste sono solo alcune delle abitudini che vi aiuteranno a mantenere un equilibrio fisico e mentale:

  • Riorganizzate il vostro tempo: classificate gli impegni per ordine di priorità e le vostre attività. Concedetevi tempi di riposo, perché è fondamentale che dedichiate anche del tempo a voi stessi.
  • Prendetevi cura del vostro riposo: dormite a sufficienza e cercate di svolgere qualche attività rilassante prima di andare a dormire. Cercate, durante la giornata, momenti durante i quali potervi concedere una pausa e riposare.
  • Fate una vita sana: l’esercizio moderato e l’alimentazione equilibrata vi aiuteranno a stare bene con voi stessi, a conservare le energie e a scaricare le tensioni emotive.
  • Esprimete i vostri sentimenti: è fondamentale esprimere ciò che sentite, sia in positivo sia in negativo. I sentimenti positivi ci avvicinano agli altri e creano un ambiente confortante. D’altro canto, quelli negativi ci aiutano ad impedire che questi si accumulino e che ci provochino sofferenza.
  • Mantenete le vostre relazioni sociali: gli amici e la famiglia sono pilastri fondamentali per il benessere personale. Chiedete aiuto se ne sentite il bisogno, chiamate queste persone per raccontare loro come state ed evitate di isolarvi, così come la sensazione di sentirvi intrappolati.

 

Quando qualcuno si prende cura ormai da tempo di un’altra persona, può raggiungere uno stato di sfinimento dal quale è difficile venir fuori. Se il ritmo di vita che fate vi sovrasta, chiedete aiuto. Prendetevi cura di voi stessi per potervi prendere cura degli altri senza rovinare la vostra vita. fonte

Related posts:

Pubblica un commento