Tutti dovrebbero leggere questa storia, e condividerla per far riflettere l’uomo

tt

La storia che di seguito vi proponiamo fa riflettere, e sul web sono in tanti che la trovano decisamente commovente. Vale la pena spendere qualche minuto per leggere queste poche ma significative righe. Non si conosce l’autore della storia, la quale però è degna di essere menzionata perché ha una morale finale decisamente apprezzabile da tantissime persone.

Tutti i giorni un bambino si recava in spiaggia, per scrivere sulla sabbia “Mamma ti amo”; però poi guardava il mare che cancellava la scritta, ma lui sorridendo era visibilmente felice, e correva via. Tutto questo, come detto, lo ripeteva continuamente tutti i giorni, e non si stancava mai di farlo.

Sullo stesso litorale passeggiava anche una persona anziana, la quale era molto triste, e vedeva ogni giorno quel bambino, che scriveva sempre la stessa frase che il mare gli portava via tutte le volte. Il vecchietto tra sé sé pensava: “Come sono stupidi i bambini!”

Un giorno decise di avvicinare il bambino, che non aveva ancora compiuto 10 anni, e quindi era abbastanza piccolo. L’anziano uomo chiese a lui: “Scusa la domanda ragazzo, ma perché scrivi sempre la stessa frase sulla sabbia e poi aspetti che il mare te la porti via? Non glielo puoi dire di persone che le vuoi bene?”

E il bambino rispose: “Io la mamma non ce l’ho, me l’ha portata via Dio, proprio come il mare fa con le mie scritte. Eppure torno qui ogni giorno per ricordare alla mia mamma e a Dio che l’amore che un figlio ha per la propria madre non si può cancellare”.

L’anziano uomo allora comprese benissimo il motivo per cui il piccolo faceva tutto questo, e decise di emularlo: scrisse sulla sabbia “Nora, ti amo!” riferendosi a Nora, la sua moglie scomparsa da poco. E assieme al bambino guardò la scritta sparire via assieme all’acqua del mare.rr

CONDIVIDI ANCHE TU QUESTO ARTICOLO, TAGGA I TUOI AMICI E NON DIMENTICARE DI CLICCARE “MI PIACE” IN QUESTA PAGINA!

Related posts:

Pubblica un commento